Drupal logo Ancora una volta ho avuto la chance di apprezzare le feature di Jelastic: avevo bisogno di mettere rapidamente la versione di collaudo di un sito sotto HTTPS ed è stato possibile farlo con un semplice click.

Jelastic ha un certificato whildcard che supporta i domini *.<nomeprovider>.jelastic.com che rende la configurazione assolutamente brainless; altrimenti non devi fare altro che caricare il tuo certificato. Jelastic Logo

L’HTTPS è gestito sul frontend pertanto il webserver non necessita di alcuna configurazione.

Se da un lato questo è estremamente comodo (e corretto da un punto di vista architetturale a mio modo di vedere) dall’altro impedisce all’applicazione di fare le sue considerazioni automaticamente: drupal in particolare nella sua funzione drupal_settings_initialize() considera la valorizzazione di $_SERVER['HTTPS'] cosa che avviene solo quando l’HTTPS arriva fino all’engine PHP. Di conseguenza il base url generato automaticamente da Drupal in questo contesto è sempre HTTP://.

Per ovviare al problema è sufficiente aggiungere al file di configurazione sites/default/settings.php la dichiarazione della base url:

$base_url = 'https://yousite.example.com'

a questo punto la inizializzazione non tiene più solo conto della variabile di ambiente $_SERVER bensì spacchetta la base url dichiarata per prelevarne lo schema.